fbpx

Behrami 11 anni fa decideva la stracittadina al 92°, che ricordi e quanta emozione!

Quanti ricordi e quanta emozione ! Sono passati ben 11 anni da quando il 19 marzo del 2008  un derby insolitamente giocato di mercoledì sera terminò 3-2 per la Lazio con la rete decisiva siglata ,a tempo scaduto,da Valon Behrami.

Nessun tifoso biancoceleste potrà mai dimenticare la gioia incontenibile del tecnico Delio Rossi, il quale aveva preparato molto bene la gara dal punto di vista tattico.

La Prima Squadra della Capitale scese in campo con un modulo offensivo , un 4-3-3 con in porta Ballotta e in difesa De Silvestri , Siviglia, Cribari e Kolarov ( schierato al posto di Radu). A centrocampo il terzetto Dabo, Ledesma e Behrami serviva il tridente offensivo formato da Pandev, Bianchi e il capitano Tommaso Rocchi.

La Roma, allenata da Luciano Spalletti, andò in vantaggio con una rete siglata da Taddei su un rinvio sfortunato dello stesso Behrami, eroe poi di quella serata.

La reazione biancoceleste porto’ il nome di Goran Pandev, abile a siglare il pareggio allo scadere del primo tempo.

Nella ripresa, dopo pochi minuti, Juan atterrò Bianchi e Rocchi siglò il rigore del 2-1 per la Lazio.Dopo appena 5 minuti però i giallorossi riuscirono a pareggiare con Perrotta servito prontamente dal capitano Francesco Totti.

Quando nessuno ormai ci credeva più, su cross di Pandev,  Behrami in corsa insaccò il 3-2. La gioia della Curva Nord esplose incontenibile e proseguì quando il centrocampista biancoceleste andò ad esultare lì sotto con l’intera squadra.

Behrami dichiarò , dopo l’esultanza, che certe partite si vincono con ” Testa e Cuore “. I tifosi laziali oggi non possono che ricordare e celebrare quella indimenticabile serata, impressa in maniera indelebile nel cuore di tutti.

 

 

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 5290 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione