fbpx

Serie A: Il punto sulla 28a giornata di campionato

Weekend calcistico di grandi rivelazioni quello che si è appena concluso. Tanti gol, tanto bel gioco e soprattutto tante sorprese in termini di risultati. Il campionato è tutt’altro che chiuso su tutti i fronti (scudetto a parte, salvo grandi sconvolgimenti) dalla zona retrocessione alla zona Europa, la classifica è corta e, in vista del rush finale dopo la sosta, mai come ora è tutto da decidere.

Il riassunto della 28ma giornata:

Milan – Inter- Partita pazzesca a San Siro, sbloccata nei primi minuti dalla rete di Vecino, De Vrji nella ripresa segna la rete del 2-0, Bakayoko sigla il 2-1 riaprendo la partita. Il Milan non si arrende e continua a pressare e costruire gioco fino al calcio di rigore per un fallo di Castillejo su Politano. Martinez segna il 3-1 dal dischetto, Musacchio accorcia le distanze al 71′ e D’Ambrosio nega a Cutrone il gol del 3-3 sul finale, salvando il pallone sulla linea di porta. Con la vittoria nel derby, l’Inter sorpassa il Milan in classifica portandosi a quota 53 in classifica.

Napoli – Udinese- Buona prestazione dell’Udinese che scende in campo con l’approccio giusto e con le carte in regola per tenere testa alla formazione di Ancelotti. La prima occasione è di Pussetto, al 5′ del primo tempo, ma è Younes a sbloccarla al 17′, e Callejon a siglare il raddoppio al 26′. Orgoglio Udinese che recupera il doppio svantaggio con le reti di Lasagna al 30′ e Fofana al 36′. Al minuto 44, entra Meret in sostituzione dell’infortunato Ospina. Nella ripresa, Milik segna il 3-2 al 57′ e Mertens la chiude al 69′. Il Napoli recupera 3 punti alla Juventus, fermata dal Genoa, anche se parlare di riapertura del campionato sembra essere azzardato.

Empoli – Frosinone- In chiave salvezza, l’Empoli batte il Frosinone 2-1 in casa con le reti di Caputo e Pajac. Di Valzania la rete del 2-1. Con questa vittoria, l’Empoli raggiunge l’Udinese a quota 25 e resta a +1 sul Bologna, terzultimo.

Atalanta – Chievo- Pareggio che fa sorridere la Lazio, quello dell’Atalanta contro il Chievo per 1-1. Buon primo tempo del Chievo che passa in vantaggio con un gran gol Meggiorini. Nel secondo tempo, i clivensi si chiudono in difesa e rendono la vita difficile agli uomini di Gasperini che riescono a pareggiare con Ilicic al 56′.

Genoa-Juventus- Calcio spettacolo al Luigi Ferraris, il Genoa batte la Juventus per 2-0. Prima sconfitta per gli uomini di Allegri in questa stagione che coincide con l’imbattibilità del Genoa contro la Juventus (all’andata finì in pareggio). Ritmi subito alti in campo con occasioni da entrambe le parti ma è il Genoa a sbloccare il match al 72′ con il gol dell’ex Sturaro e il raddioppio di Pandev all’81’. Vittoria fondamentale per la formazione di Prandelli che stacca di 9 punti la zona retrocessione.

Bologna-Torino-  Il Torino passa in vantaggio al 6′ con autogol di Pulgar. Poli pareggia i conti al 29′, Pulgar raddoppia al 34′ e Orsolini sigla il 3-1 al 65′. Il Torino accorcia le distanze all’89’ con Izzo. Buona prestazione del Bologna di Mihajlović che resta ad un punto da Empoli e Udinese(questi ultimi con una partita in meno)

Spal-Roma- La Roma di Ranieri, poco incisiva e decisamente sotto tono crolla a Ferrara, sprecando l’occasione di accorciare le distanze con il quarto posto. La partita viene decisa dalle reti di Fares al 22′ e Petagna al 60′. Inutile il pareggio provvisorio di Perotti al 53′ su calcio di rigore. Tre punti d’oro per la Spal in chiave salvezza.

Sassuolo-Sampdoria- La Sampdoria travolge il Sassuolo per 5-3 al Mapei Stadium ed entra di diritto nella corsa per un posto in Europa (sempre più affollata). Da segnalare il gran gol di Babacar nei minuti di recupero che purtroppo non evita la sconfitta. Ancora in gol Quagliarella che si conferma temporaneamente capocannoniere della Serie A.

Cagliari-Fiorentina- Primo tempo a reti bianche al Sardegna Arena. Nel secondo tempo è Joao Pedro a sbloccare il match su cross di Cacciatore che serve una palla perfetta sul secondo palo. Ceppitelli raddoppia al 66′. Terracciano forse poteva fare qualcosa di più per evitare questa rete. Chiesa accorcia all’88’ con una delle sue solite giocate in velocità. Con questa sconfitta, la Fiorentina si allontana sempre di più dalla zona Europa.

 

 

Micaela Monterosso

Social Media Manager appassionata di calcio, musica e scrittura. Cresciuta con il mito di Beppe Signori e Sinisa Mihajlovic all'ombra dell'Alberone, fino a quando non è crollato. Oggi vivo in Valdichiana, senza miti e con tanti alberi.

Micaela Monterosso ha 764 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Micaela Monterosso

Avatar

Lascia un commento