fbpx

Lazio, la parabola di Parolo: da insostituibile a sacrificabile

Da insostituibile a sacrificabile. È questa la parabola che sta vivendo Marco Parolo nelle ultime settimane. Infatti, a causa dell’utilizzo della cosiddetta formula fantasia, il centrocampista sta trovando sempre meno spazio. Come rivelato dall’edizione odierna de ‘Il Corriere dello Sport’, l’ex Parma non è mai stato impiegato così poco da quando indossa la maglia biancoceleste.  2587, 2508, 2614, 2578: questi i suoi minutaggi nelle precedenti stagioni alla 27esima giornata. Quest’anno invece il 34enne ha totalizzato soltanto 2276 minuti.

CONSIDERAZIONE – Insomma, è indubbio che la nuova formula stia togliendo spazio a Marco Parolo. Inzaghi continua comunque a considerarlo imprescindibile. Lo dimostra il fatto che lo utilizzi quasi sempre a partita in corso. Perché tutti devono sentirsi utili e importanti. Anche chi parte dalla panchina.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 5271 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione