Serie A: tra la Fiorentina e l’Inter il protagonista è il VAR. La Juve vince di misura a Bologna, mentre il Napoli dilaga a Parma

La 25esima giornata del campionato di Serie A si sarebbe dovuta concludere questa sera, con il posticipo del lunedì tra la Lazio e l’Udinese. La partita però, è stata rinviata visto l’impegno dei biancocelesti domani sera in Coppa Italia, per la semifinale di andata della competizione contro il Milan. In attesa quindi di stabilire la data per recuperare tale sfida, ieri si sono giocate le altre partite previste in questo turno.

Dopo le vittorie del Milan (3 a 0 contro l’Empoli), del Torino (2 a 0 contro l’Atalanta) e della Roma (3 a 2 a Frosinone), ottenute negli anticipi di venerdi e sabato, domenica pomeriggio la Sampdoria ha avuto la meglio sul Cagliari per 1 a 0, grazie al gol del solito Quagliarella su calcio di rigore. Con questa vittoria i blucerchiati rimangono aggrapati, ed a sole due lunghezze, all’imponente gruppo di squadre appaiate al sesto posto in classifica, composto da Torino, Lazio e Atalanta (tutte a 38 punti, anche se la Lazio, come detto, ha una partita in meno).

Pareggio a reti bianche tra il Genoa ed il Chievo, mentre Sassuolo e Spal si fermano sull’ 1 a 1 (rete di Peluso per i padroni di casa e di Petagna, su calcio di rigore, per gli ospiti). Vittoria di misura, invece, per la Juventus in quel di Bologna: i bianconeri ottengono i tre punti, che consolidano ulteriormente il primo posto in classifica, grazie al gol siglato da Dybala.

Nel tardo pomeriggio, però, il Napoli di Ancelotti, risponde presente, con un netto 4 a 0 a Parma, restando quindi al secondo posto, a -13 dalla vetta. Le reti, dei partenopei, sono state firmate da Zielinski, Milik (autore di una doppietta) e Ounas.

Nel posticipo serale, infine, giocato in quel di Firenze, tra la Fiorentina e l’Inter, succede davvero di tutto, con il Var (e l’arbitro Abisso) protagonista della sfida. Il risultato finale è di 3 a 3. Sono i viola a portarsi subito in vantaggio grazie ad un’auotorete di De Vrij su tiro di Simeone. I nerazzurri, però, replicano immediatamente, e si portano addirittura sul 3 a 1, grazie ai gol di Vecino, Politano e Perisic (quest’ultimo su calcio di rigore assegnato con l’ausilio del Var ad inizio ripresa). Pochi minuti più tardi Biraghi accorcia le distanze per i viola, ma il direttore di gara annulla (sempre con l’ausilio del Var). Il gol del 3 a 2 arriva comunque intorno alla mezz’ora, grazie a Muriel. Ed infine la Fiorentina agguanta l’insperato pareggio grazie ad un altro calcio di rigore, contestatissimo, per un presunto fallo di mano in area di D’ambrosio. Nonostante il Var, l’arbitro conferma la sua decisione e assegna la massima punizione, che Veretout realizza per il definitivo 3 a 3. Con questo risultato l’Inter, al momento terza in classifica, inizia a sentire il fiato sul collo del Milan, a soli due punti di distanza. La Fiorentina invece, aggancia la Sampdoria a 36 punti e resta anch’essa aggrappata al gruppone in corsa per l’Europa.

Daniele Caroleo

Giornalista pubblicista. Tifoso della Lazio. Mi piace lo sport (con una particolare predilezione per il calcio), scrivere e fotografare.

Daniele Caroleo ha 635 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Daniele Caroleo

Avatar

Lascia un commento

Share via
Copy link
Powered by Social Snap