Budoni: “Chi viene alla Lazio deve essere onorato di indosssare questa maglia. Il Milan…”

L‘ex portiere biancoceleste Riccardo Budoni, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio, per fare le sue considerazioni del momento difficile che sta attraversando la squadra di Simone Inzaghi, e della sfida di Coppa Italia, che dovranno affrontare martedì 26 febbraio, contro il Milan:

Pensi che Inzaghi abbia fatto delle scelte sbagliate nelle ultime partite ?

“Questa serie di incontri ravvicinati ti porta a dover fare delle scelte per quanto riguarda gli uomini. I risultati non sono stati quelli che ci si aspettava, ma bisognerà ora ripartire con il doppio dell’impegno. Le critiche dei tifosi alla società e al mister non le capisco, le scelte si possono sbagliare, ma non si può mettere in discussione la buona fede dell’allenatore. Sicuramente Inzaghi rifletterà sulle sue decisioni, il momento era comunque delicato e con tante assenze.”

 Chi pensa sia la favorito tra Lazio e Milan, per il passaggio alla finale di Coppa Italia?

“Sicuramente i rossoneri sono favoriti,  sono compatti e cercano sempre il risultato. La Lazio potrebbe, con umiltà, riuscire ad emergere proprio in un momento in cui nessuno ti considera. Magari potrebbe diventare un vantaggio. Anche Gattuso ha gestito una situazione di emergenza, è stato bravissimo a utilizzare tutti i giocatori e farli sentire tutti importanti. Nella Lazio i giocatori chiamati in causa non sono riusciti a sostituire al meglio i titolari.”

Sulle alternative?

“Chi viene alla Lazio deve essere onorato di vestire questa maglia. I giocatori che sono arrivati ancora non si rendono conto, forse, che indossare questa casacca è un’occasione importantissima per mettersi in mostra. Sfruttare le partite in cui vieni chiamato in causa è fondamentale, la Lazio deve essere un punto di partenza, non di arrivo.”

Cosa pensi della difesa?

“E una situazione di estrema emergenza, Inzaghi vede i suoi giocatori ogni giorno e saprà valutare. Gli infortunati non hanno tempi di recupero molto brevi, quindi il mister avrà provato diversi moduli e avrà fatto delle sceltetattiche in allenamento. Romulo è fondamentale ora, è un giocatore di corsa e quantità.”