fbpx

Verso Genoa-Lazio, Simone Inzaghi in conferenza stampa: “I nostri obiettivi non cambiano. Avremo bisogno di Caicedo e Pedro Neto, magari a gara in corso”

Nel corso della consueta conferenza stampa, alla vigilia della partita di Serie A tra il Genoa e la Lazio, il tecnico biancoceleste, Simone Inzaghi, ha risposto alle domande dei cronisti presenti:

“Purtroppo è un momento così. Anche l’anno scorso ci siamo passati. Ad oggi abbiamo dieci giocatori infortunati: Wallace, Ramos, Bastos, Parolo, Milinkovic, Luis Alberto, Leiva, Lukaku, Berisha e Durmisi. Di questi ho convocato solo Leiva, da valutare domani mattina. Andrà comunque in campo una Lazio molto competitiva, che vuole fare una grande partita.

Non ci sono spiegazioni semplici. Hanno influito le tante partite ravvicinate. L’anno scorso c’è stata l’emergenza difensiva. Quest’anno riguarda tutta la squadra. Ma anche le altre squadre hanno i nostri stessi problemi, soprattutto quelle che giocano anche le coppe. Adesso abbiamo partite importanti e questo non deve essere un alibi.

La preparazione è stata la stessa degli scorsi anni. Abbiamo portato sempre le squadre fino al termine della stagione. In questi due anni, andando avanti fino in fondo nelle coppe, c’è stata un grosso dispendio di energie. Come nella semifinale contro l’Inter che ha influito moltissimo in questi giorni.

I nostri obiettivi non cambiano. Vogliamo andare in fondo a tutto. Andremo a Siviglia per giocare nel migliore modo possibile.

Questa è l’occasione di Badelj? Penso di si. Sarebbe entrato anche con il Siviglia, magari insieme a Leiva. Ma gli infortuni non me lo hanno permesso. Tornerà ad essere protagonista come negli anni scorsi.

Dei giovani verrà convocato solo Kalaj, come difensore. Vedremo se utilizzare Patric come terzo centrale o come terzino destro.

Dobbiamo ancora decidere se giocare a tre o quattro. Patric giocherà sicuramente, così come Correa., in attacco. Immobile sta migliorando, ma avremo sicuramente bisogno di Caicedo e di Pedro Neto, magari a gara in corso.

Il Genoa ha un grande allenatore, come Prandelli che stimo molto. Ha continuato il lavoro di Ballardini. Hanno perso Piatek, ma hanno due ottimi attaccanti. E dovremo stare attenti.

Lulic può giocare da mezzala, così come Romulo. Posso alternarli sia in quel ruolo e sia come quinti di centrocampo. Valuteremo il tutto domani mattina, dopo il risveglio muscolare.”

Daniele Caroleo

Giornalista pubblicista. Tifoso della Lazio. Mi piace lo sport (con una particolare predilezione per il calcio), scrivere e fotografare.

Daniele Caroleo ha 691 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Daniele Caroleo

Avatar

Lascia un commento

Share via
Copy link
Powered by Social Snap