fbpx

Lazio, Lotito spiega la faccenda delle multe: “Risolverò tutto con i pm”

Claudio Lotito ha voluto spiegare la vicenda delle multe che lo vede coinvolto, relativa all’anno 2009. Il presidente della Lazio ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni de ‘Il Messaggero’. Ecco le sue parole: “Usavo la mia macchina per fare risparmiare soldi allo Stato. Le mie auto erano conosciute alla Polizia, alla Questura. Ci sono anche i documenti che dimostrano questo. Alcune sono anche blindate. Una addirittura è stata comprata direttamente dal sottoscritto. Dovevo avere due auto e quattro uomini nella scorta. Abbiamo comprato queste macchine intestate alle mie società e le guidava un poliziotto. Però questo prendeva le multe, magari per le Ztl. Ma la cancellazione era regolare, ci sono pure i documenti ufficiali del reparto scorte.

SICUREZZA E PROCESSI – Stiamo parlando di un periodo di massima allerta per la mia sicurezza. Addirittura ci stava chi, alla radio, diceva le targhe della mia macchina quando passavo. La dovevo cambiare in continuazione, perché veniva identificata. Con quello che verso allo Stato ogni anno, con i 6 milioni che pago ogni volta al Fisco, addirittura in anticipo, di certo non penso ad andare al Comune a farmi levare le multe. Risolverò questo equivoco con i pm. Io i processi li faccio nelle sedi competenti”.

Gianpiero Farina

Sardo d'origine, romano d'adozione. Il giornalismo, soprattutto sportivo, e la Lazio le mie più grandi passioni. Cresciuto tra il mare e il mito di Juan Sebastian Veron, ho deciso di trasferirmi nella Capitale per provare a trasformare i miei sogni in realtà.

Gianpiero Farina ha 1812 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Gianpiero Farina