fbpx

Rocchi, l’arbitro che quando incontra la Lazio vede rosso.

“Il Napoli è stato superiore e non ha rubato nulla. Però magari in undici contro undici potevamo continuare a giocarcela”, sono tra le prime dichiarazioni dell’allenatore della Lazio, Simone Inzaghi, ieri sera al termine della partita tra la sua formazione e qulla partenopea, al San Paolo.

Il riferimento all’espulsione di Acerbi è chiarissima. Un’espulsione, per doppia ammonizione, molto dubbia. In entrambi gli episodi che l’hanno determinata. La prima arriva per una presunta spallata a Callejon al limite dell’area, ma rivedendo le immagini tutti sono concordi nel dire che il difensore biancoceleste non può aver visto l’avversario sopraggiungere alle spalle, anche perchè stava guardando il pallone spiovere dall’alto. Per l’arbitro Rocchi, però, non ci sono dubbi: calcio di punizione e ammonizione. Un calcio di punizione dal quale per altro scaturisce anche la seconda marcatura del Napoli, segnata da Milik.

Il secondo ed ultimo fallo, poi, avviene nel secondo tempo. Le immagini sono certamente meno chiare, ma il difensore della Lazio, Acerbi, colpisce nettamente il pallone intervenendo in scivolata. Ma anche in questo caso il direttore di gara, Rocchi, non ha dubbi, ed estrae il secondo cartellino giallo ed il conseguente rosso, costringendo il centrale ex Sassuolo ad abbandonare il campo dopo 149 partite consecutive giocate senza mai essere stato sostituito o espulso.

“Il doppio giallo per Acerbi è esagerato, e per questo mi sono molto arrabbiato”, aveva continuato Simone Inzaghi ieri sera, mentre lo stesso difensore, sul suo account social ufficiale, chiedeva scusa per aver lasciato soli i compagni in un momento difficile come quello di ieri sera, dimostrando ancora una volta la propria professionalità e la propria signorilità.

Questa espulsione, però, non è frutto di un caso. E a supporto di questa tesi ci viene in aiuto LazioPage, specilizzata nello snocciolare statistiche sul mondo biancoceleste. L’arbitro Rocchi, infatti, ogni qual volta arbitra la Lazio, vede letteralmente rosso. Le espulsioni comminate in carriera dal fischietto di Firenze, infatti, risultano essere ben 17 per la Lazio. Seguono, a notevole distanza, le 8 per l’Inter, la Roma ed il Napoli, le 7 per il Torino, le 6 espulsioni per il Milan e l’Atalanta e i 5 cartellini rossi per Cagliari e Udinese.

Addirittura LazioPage ci ricorda tutte le vittime illustri dell’arbitro fiorentino, dal 2004 ad oggi: Couto 05/06 Behrami 07/08 Stendardo 08/09 Ledesma 10/11 Dias 12/13 Mauri 13/14 Dias Onazi 14/15 Cana Parolo 15/16 Biglia Djordjevic 16/17 Bastos 17/18 Parolo Lulic Patric 18/19 Acerbi.

Ed infine viene ricordato un ultimo episodio, sempre riguardante il rapporto tra Rocchi e la Lazio, seppur, in questa occasione solo in ambito giovanile. L’arbitro toscano, infatti, ha anche arbitrato la Lazio Primavera, ma solo una volta, in un derby di Final Eight nel 2017: espulsione dopo 17’ per doppio giallo di Cardoselli ed inevitabile eliminazione dal campionato per i biancocelesti.

Non sappiamo quale sia il motivo di questa sorta di accanimento nei confronti della formazione biancoceleste, ma anche in questo caso gli episodi non hanno di certo aiutato la Lazio.

Daniele Caroleo

Giornalista pubblicista. Tifoso della Lazio. Mi piace lo sport (con una particolare predilezione per il calcio), scrivere e fotografare.

Daniele Caroleo ha 659 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Daniele Caroleo

Avatar

Lascia un commento

Share via
Copy link
Powered by Social Snap