fbpx

Conferenza Stampa, Inzaghi: ” Per me sarà emozionante sfidare mio fratello. Ma vogliamo vincere”

Il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi, oggi presso il Centro Sportivo di Formello ha presentato il match tra Bologna-Lazio in programma domani 26 dicembre alle ore15:00 allo Stadio Renato dall’Ara. Queste le sue parole nella consueta Conferenza Stampa pre gara:

Nel calcio di oggi c’é ancora spazio per i sentimenti?

“Per me sarà emozionante sfidare mio fratello. E’ la prima volta da allenatori, dopo quella da calciatori. Sarà emozionante per i nostri genitori. Sicuramente siamo diventati più grandi rispetto a quando Trapattoni insieme come anche Dino Zoff: abbiamo coronato il sogno di giocare in Serie A ed in Nazionale. Ci attende comunque una grande gara ed abbiamo preparato l’incontro nel migliore dei modi.”

Quanto ha nascosto a Pippo?

“Ci siamo fatti gli auguri, non abbiamo parlato di calcio. Domani verranno le nostre famiglie, ma ognuno dovrà fare il suo lavoro. Di più il Bologna non può fare, lotta per la salvezza e ci riuscirà”.

Giocate a carte scoperte o ci sarà pretattica?

“Sia io che lui abbiamo dei dubbi. Contano le motivazioni dei giocatori al di là dei moduli. Valuterò domani la formazione migliore contro una squadra che ci darà pochi spazi”.

Potrebbe decidere il destino in panchina di Pippo?

“Mio fratello porterà il Bologna alla salvezza. E’ in piena corsa e ha un solo punto di ritardo”.

Leiva gioca  dall’inizio della gara?

“Si è allenato bene, ha buone chance di giocare”.

Che regalo di Natale vorrebbe da i suoi giocatori e da i suoi tifosi?

“Tutti insieme con i tifosi, la società e lo staff dobbiamo dare qualcosa di più, io in primis. E’ un campionato equilibrato, possiamo toglierci anche quest’anno soddisfazioni sino alla fine”.

Situazione infermeria?

“Sono tutti arruolabili, solo Durmisi e Berisha non verranno convocati perché hanno avuto dei contrattempi”.

Luis Alberto come sta?

“Si è allenato regolarmente e giocherà. Immobile e Milinkovic si sono allenati oggi, dovrò valutarli perché sono giocatori importanti”.

Terzo posto ancora inattaccabile o Inter raggiungibile?

“Penso che una squadra ambiziosa deve guardare solo alla prossima gara. La classifica è corta, i nerazzurri hanno avuto dei rallentamenti. Noi dobbiamo essere concentrati e avere lo spirito di domenica. Possiamo fare risultato ovunque”.

Il fatto che il Milan giocherà prima? può condizionare ?

“Sarebbe meglio giocare alla stessa ora, ma ormai è così per le tv. Non dobbiamo farci condizionare, dobbiamo guardare a tutte le squadre. Ognuno deve incidere in casa propria”.

Lascia un commento

Share via
Copy link
Powered by Social Snap