fbpx
Foto Piero Cruciatti / LaPresse 27-10-2016 Milano, Italia Sport Presentazione del progetto ‘Doppia Difesa’ in Lega Serie A Nella foto: Luigi De Siervo, Maurizio Beretta Photo Piero Cruciatti / LaPresse 27-10-2016 Milano, Italy Sport Launch of the project ‘Doppia Difesa’ in Lega Serie A In the photo: Luigi De Siervo, Maurizio Beretta

Luigi De Siervo è il nuovo amministratore delegato della Lega Serie A

Fiorentino classe ’69, laureato con lode in giurisprudenza con tanto di abilitazione forense, Luigi De Siervo è il nuovo amministratore delegato della Lega Serie A. Si è dovuti ricorrere alla terza votazione, nel corso dell’assemblea dei club della massima serie, ma alla fine De Siervo ha avuto la meglio sul suo avversario, Matteo Mammì, ex responsabile acquisizioni e produzione dell’area sport di Sky. Le schede a favore del nuovo ad sono state quindici. Quattro quelle per Mammì. Una sola è risultata bianca. Il quorum necessario era quattordici.

“Ringrazio tutti e in particolare Marco Brunelli per il lavoro fatto in questi 20 anni, per me sarà come sostituire Guardiola al Barcellona. Eredito una grande squadra, sono convinto che sarà in privilegio lavorare con il presidente Miccichè. Onore a Mammì e alle società che lo hanno sostenuto. Ma oggi la Lega è unita”, sono state le prime parole di De Siervo dopo l’elezione al nuovo incarico.

De Siervo aveva inziato la sua carriera lavorativa nel 1994, nell’area vendita della multinazionale tedesca Tengelmann, specializzata nella distribuzione food e no-food. Due anni dopo è approdato alla Toys ‘R’ US, azienda americana leader nella distribuzione di giocattoli, dove ha ricoperto diversi incarichi. Successivamente, nel 1999, arriva in Rai, e nel giugno del 2016 entra in Infront Italy come amministratore delegato. Lo stesso incarico che da oggi ricoprirà nella Lega di A.

Daniele Caroleo

Giornalista pubblicista. Tifoso della Lazio. Mi piace lo sport (con una particolare predilezione per il calcio), scrivere e fotografare.

Daniele Caroleo ha 914 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Daniele Caroleo

Avatar

Lascia un commento