fbpx

Atalanta-Lazio, Inzaghi in conferenza: “Pulici grande perdita. Domani voglio una squadra affamata”

La Lazio si prepara alla sfida contro l’Atalanta. Inzaghi ha analizzato il match nella consueta conferenza stampa della vigilia. Il tecnico dei biancocelesti ha voluto omaggiare e ricordare anche Felice Pulici, scomparso in mattinata.

PULICI –Si tratta di una grande perdita. Era un grande uomo e un grande laziale. Quando sono arrivato qua lui era dirigente ed era un punto di riferimento per noi giocatori. È stato molto importante per il mio inserimento e per le nostre vittorie. Faccio le mie condoglianze alla famiglia“.

AVVERSARIO –Sappiamo che l’Atalanta è un’ottima squadra. Gasperini è un grande allenatore. Sta facendo un lavoro importante. Sta tenendo i nerazzurri nelle parti alte nella classifica. Voglio vedere una squadra determinata e affamata. Dobbiamo lottare su ogni pallone“.

CRESCITA –Ci manca ancora qualcosa. Ci sono dei momenti in cui bisogna essere più concentrati. Mi dispiace per il gol preso all 99′. Non vinciamo da sei partite, ma in campionato siamo comunque riusciti a muovere la classifica“.

INFORTUNATI –Berisha ha avuto un risentimento nella partita di giovedì. Non verrà rischiato domani. Leiva sta meglio, ma gli ultimi esami non ci hanno consentito di poterlo sfruttare. Pesa la sua assenza”.

MERCATO – “Sono contento dei giocatori che ho. Correa sta facendo molto bene. Gomez? Lo stimo, ma è un giocatore dell’Atalanta. Può cambiare la partita da un momento all’altro e quindi sarà un osservato speciale“.

SORTEGGI –Ora penso solo alle partite da giocare. In Europa abbiamo fatto quello che dovevamo fare in un girone non semplice. All’avversaria ci penseremo più avanti“.

MODULO –Giochiamo nello stesso modo da due anni, ma abbiamo delle alternative che ci possono dare quel qualcosa in più. Sicuramente cambiare modulo è una soluzione di cui terrò conto e che potrò adottare. Luis Alberto e Correa? Possono giocare assieme. Marusic? Sta recuperando. Ha avuto dei problemi, ma ora sta meglio. Punto molto su di lui“.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 5275 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione