Tanti Auguri Eugenio Fascetti: momenti di Lazio,momenti di Lazialità

La storia della Lazio, nel suo prestigio, nella sua vita ultracentenaria, racconta di grandi campioni, di grandi uomini, di grandi laziali, alcuni con l’aquila sul petto dalla nascita, altri innamorati di lei durante il loro cammino.

Succede anche che, alcuni di questi “Laziali in corso”, hanno amato e fatto tanto per questa società, da riuscire in un’impresa epica storica e morale, perché oltre al risultato sportivo, hanno fatto innamorare i Laziali della loro Lazialità.

Tutto questo porta il nome di Eugenio Fascetti. Il mister del -9 torna a Roma, in occasione della presentazione del libro a lui dedicato tra “ I grandi libri di Lazialità “ di Guido De Angelis, negli studi dell’emittente radiofonica romana  Radiosei e per ricevere da tutti gli auguri per i suoi 80 anni.

Momenti Laziali, momenti di vera Lazialità. Presenti molti volti storici che hanno vissuto la Lazio dentro e fuori dal campo: Giancarlo Oddi, Pino Wilson, Bruno Giordano, Massimo Piscedda, Angelo Adamo Gregucci, Stefano Di Chiara, Massimo Maestrelli, Doriano Ruggiero ( storico massaggiatore biancoceleste), Stefano Mauri, Gianni Walter Bezzi, Franco Recanatesi, Mino Caprio e il nostro direttore Franco Capodaglio. Presente Arturo Diaconale, responsabile della comunicazione SS Lazio.

Sul palco di presentazione, a condurre l’evento Guido De Angelis, mister Eugenio Fascetti e Simone Pieretti, autore del libro.

Racconti, aneddoti, simpatici fuori le quinte degli ex presenti in sala ma anche risposte veraci e sanguigne del mister viareggino ai cronisti presenti in sala, accompagnati da video a sorpresa apparsi sul maxischermo di altri personaggi del mondo Lazio, come il trio torinese, Roberto Cravero, Claudio Sclosa, Giancarlo Camolese, la mamma di Giuliano Fiorini, Ernestina, Gabriele Podavini e tanti altri.

Una mattinata che scivola via tra mille ricordi, pieni di emozioni, freddure improvvise di Angelo Gregucci e Stefano Di Chiara, dei fiumi in piena entrambi. Simpatico siparietto dell’ex difensore toscano che rivolgendosi a Fascetti : “Mister ma come mai un allenatore come Lei, ha allenato in serie A meno di Ballardini….”.

E ancora Giampiero Galeazzi in collegamento telefonico, sul video Raimondo Marino, Fabio Poli e, immancabile il gol di Giuliano Fiorini che, ogni volta, scatena un forte e lungo applauso, perché quel gol, nella mente di ogni Laziale, non è solo un gol ma è il bing bang biancoceleste, tutto ciò che è stato dopo viene grazie a quel gol.

Non solo ricordi di ieri, inevitabile una domanda sulla Lazio di oggi, del pensiero su Simone Inzaghi: “ A me piace Simone, non è facile far girare una squadra quando mancano gli interpreti migliori, senza Milinkovic e Luis Alberto la Lazio perde molto e l’allenatore non può farci nulla”.

Termina l’evento tra foto di rito, tifosi appassionati e molte persone in fila per avere una dedica sul libro da Mister Eugenio Fascetti.

Tanti Auguri Mister, momenti di Lazio, momenti di Lazialità.