Lazio, parla Diaconale: “Non è un ritiro punitivo”. E sul Var…

Il responsabile della comunicazione della Lazio Arturo Diaconale ha parlato, ai microfoni di ‘Rai Radio 1 Sport’, di alcuni temi importanti del momento dei biancocelesti, a partire dal ritiro.

RITIRO –Non si tratta di un ritiro punitivo, ma riflessivo. La squadra vuole ritrovare voglia e motivazioni. Nelle ultime partite ci sono stati degli alti e bassi, ma la classifica resta importante. Il Milan è avanti soltanto di un punto. Credo che si entrerà nel vivo della lotta nella seconda parte della stagione“.

BEL GIOCO CERCASI –Sicuramente ci sono delle differenze rispetto allo scorso anno, soprattutto nel rendimento di alcuni giocatori. La Lazio ha però diverse tipologie di gioco grazie a giocatori molto duttili. In più, rispetto alla scorsa stagione, la rosa è sta rinforzata e c’è una panchina più lunga“.

I PAREGGI –Penso che con l’Apollon la gara sia stata presa sottogamba, anche a causa della qualificazione già conquistata. Primo tempo con il Chievo? C’è stato sicuramente un approccio sbagliato. Purtroppo può capitare“.

VAR –Lo scorso anno la Lazio è stata la vittima preferita del Var e non se n’era parlato così tanto. Quest’anno altre squadre sono state danneggiate e le polemiche sono divampate. Credo vada cambiata la procedura. Andrebbe garantito un intervento di squadre e allenatori. Penso che questo potrebbe migliorarne la funzionalità“.

EUROPA LEAGUE – “Siamo stati la prima squadra italiana a passare il turno. Ai sedicesimi mi piacerebbe affrontare un avversario di livello. Chelsea? Sarebbe difficile, ma anche affascinante. Superare uno scoglio del genere significherebbe essere una squadra all’altezza della propria tradizione”.

Gianpiero Farina

Sardo d'origine, romano d'adozione. Il giornalismo, soprattutto sportivo, e la Lazio le mie più grandi passioni. Cresciuto tra il mare e il mito di Juan Sebastian Veron, ho deciso di trasferirmi nella Capitale per provare a trasformare i miei sogni in realtà.

Gianpiero Farina ha 1812 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Gianpiero Farina

Avatar