fbpx

ACCADDE OGGI – Lazio-Tottenham e il ritorno di Paul Gascoigne

Il 22 novembre 2012 è una data indelebile e indimenticabile per i tifosi laziali. Non tanto per lo 0-0 con il Tottenham, con i cui i biancocelesti, allora allenati da Vladimir Petkovic, centravano la qualificazione ai sedicesimi di Europa League. Quello è stato un giorno che ha avuto un significato e un sapore particolare, perché Paul Gascoigne ha fatto il suo ritorno allo stadio Olimpico.

FESTA PER GAZZA – Uno stadio vestito a festa per salutare uno dei calciatori e dei personaggi più stravaganti e originali. Dopo 17 anni e tanti problemi, Gazza tornava tra la gente laziale, che lo ha amato, e lo ama tutt’ora, alla follia. A dimostrazione di questo uno striscione, apparso in Curva Nord: “Cuore di leone, testardo, talento puro, uomo vero. Sei ancora il nostro eroe“. Una dimostrazione d’affetto vera, pura e spontanea.

LA PARTITA – Il match era passato quasi in secondo piano. Lo 0-0 era stato comunque una risultato a dir poco bugiardo. La Lazio aveva messo alle corde gli avversari, ma sprecato troppe occasioni, graziando un Tottenham deludente e mai in partita. Ai biancocelesti era mancata l’incisività e la freddezza sotto porta. In pochi però si ricorderanno di questo. Per tutti quello è stato il giorno del ritorno di Gascoigne.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 5680 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione