fbpx

Incontro arbitri-allenatori, Rizzoli elenca i 7 errori del Var. C’è la Lazio non la Roma

Di Augusto Sciscione

Si è svolto ieri il classico incontro tra arbitri ed allenatori utile soprattutto per fare un bilancio sull’utilizzo della Var fino a questo momento della stagione. I vertici dell’AIA hanno fornito una serie di numeri che testimoniano un trend positivo rispetto alla scorsa stagione in quanto il Var è stato utilizzato di più 32 volte contro le 30 mentre la percentuale degli errori è passata dal 5,78% a meno dell’1%.

Nonostante questi dati non si accontenta il designatore Rizzoli che ha dichiarato “Non possono soddisfarmi 7 errori evitabili, dobbiamo lavorare per evitarli. Controllare al monitor 5-6 volte in più in un campionato è meglio che 5-6 volte in meno”. E’ stato, inoltre, precisato come è aumentato il numero delle ammonizioni per protesta di circa il 20% e non sarà più tollerato ai giocatori fare capannello intorno al direttore di gara. Le maggiori attenzioni però si sono concentrate quando il designatore ha fornito l’elenco  dei 7 casi in cui gli errori arbitrali potevano essere evitati utilizzando la moviola in campo:

1) fischio anticipato che cancella il gol buono di Berenguer in Udinese-Toro
2) mancato rigore al Bologna contro l’Udinese
3) mancato controllo sul rigore dato al Chievo contro il Bologna
4) rigore da togliere alla Fiorentina contro l’Atalanta
5) rigore negato all’Inter contro il Parma
6) mancato annullamento del gol del Frosinone per carica su Sirigu contro il Torino
7) mancato rosso per chiara occasione da gol a Vicari in Lazio-Spal

Non sono mancate, inoltre, le spiegazioni su altri episodi chiave che sono stati analizzati al dettaglio ed è emerso come sia stato sopportabile il mancato secondo giallo a Benatia in Milan-Juve, forzata ma accettabile la revoca del rigore per la Samp contro la Roma, corretta la decisione sul contatto Simeone-Olsen in Fiorentina-Roma. 

A chiosa dell’incontro sono arrivate le dichiarazioni di alcuni dei protagonisti del mondo del calcio tra cui spicca il cambio di rotta del DS della Roma Monchi che in controtendenza al post Fiorentina-Roma ha specificato “Siamo sulla strada giusta, arbitri italiani al top”.

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 44 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione

Augusto Sciscione

Lascia un commento