fbpx

Rossi, 5 gol per provare a convincere Inzaghi

Sette gol alla Cavese, squadra che milita in Eccellenza, nell’amichevole che la Lazio ha disputato oggi in quel di Formello. Il grande protagonista è stato Alessandro Rossi, autore di cinque gol. Il giovane attaccante della Primavera ha approfittato dell’assenza di Immobile e delle non perfette condizioni fisiche di Caicedo per mettersi in mostra. Ancora una volta, verrebbe da dire.

IL RITORNO – Era piena estate quando il 21enne è stato al centro di un autentico intrigo di mercato. L’attaccante della Lazio era infatti ormai un giocatore del Lucerna, ma poi il dietrofront della società biancoceleste. Una decisione che secondo qualcuno era il più chiaro segnale di un voler puntare con convinzione su di lui. Insomma, il problema del vice-Immobile sembrava esser stata risolto con una soluzione interna e a costo zero. Però non tutto è andato secondo i piani e l’ex Primavera non è mai sceso in campo. Questo è avvenuto nonostante un’estate vissuta da protagonista, che resta un biglietto da visita e uno spot non indifferente. Alessandro Rossi ha messo in mostra le sue qualità e queste non possono esser messe in discussione.

LE DUE PUNTE – Quanto accaduto nelle ultime settimane può però aprire un piccolo spiraglio da non sottovalutare. Le non perfette condizioni di Luis Alberto hanno portato Simone Inzaghi a giocare con due punte, puntando su Caicedo. Ma chissà che, magari a partita in corso, non possa esserci una chance per l’ex Salernitana. La mente va infatti immediatamente alle sue caratteristiche. Il classe ’97 è il classico attaccante da area di rigore, che fa del senso del gol e del supporto in fase di non possesso le sue armi principali. Insomma, qualità che potrebbero sposarsi alla perfezione con Ciro Immobile, che magari potrebbe insegnarli quel guizzo in profondità e quell’abilità nei tagli e negli inserimenti che ancora un po’ gli manca.

IL FUTURO – I prossimi due mesi saranno  decisivi per decidere il futuro di Rossi. I cinque gol di oggi sono l’ennesimo messaggio mandato a Simone Inzaghi. Se l’allenatore dei biancocelesti non devesse coglierlo il 21enne potrebbe lasciare, magari in prestito. Giocare per farsi le ossa e dimostrare le sue capacità: è questo il suo obiettivo. Il suo sogno è quello di farlo con l’aquila sul petto.

Gianpiero Farina

Sardo d'origine, romano d'adozione. Il giornalismo, soprattutto sportivo, e la Lazio le mie più grandi passioni. Cresciuto tra il mare e il mito di Juan Sebastian Veron, ho deciso di trasferirmi nella Capitale per provare a trasformare i miei sogni in realtà.

Gianpiero Farina ha 1884 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Gianpiero Farina

Avatar

Lascia un commento