Calciomercato, idea esterno destro per la Lazio: fattibili Darmian o Rafael

È necessario per la Lazio tornare sul mercato invernale, soprattutto dopo alcune criticità tattiche emerse in campo fin dall’inizio di questa stagione.

Forse Claudio Lotito non sarà abitudinario a fare grandi acquisti durante la parentesi di calciomercato invernale, ma è vero anche come quest’anno la squadra debba assolutamente essere rivista per ambire ai traguardi di un grande club.

Si ricomincia dalle fasce, che l’anno scorso hanno tanto brillato e che quest’anno purtroppo ancora non hanno mai fatto la differenza. La fascia incriminata è quella destra, dove Adam Marušić da titolare non ha mai portato grosse prestazioni: il giocatore montenegrino ha mostrato evidenti difficoltà soprattutto nell’uno contro uno, facendo riflettere sulla sua qualità nei movimenti d’inserimento, nello stop e soprattutto nell’immissione di cross svirgolati all’interno dell’area di rigore avversaria. Una condizione immutata anche con le “riserve”: Patric sta giocando più spesso quest’anno, ma trova difficoltà a farsi spazio nelle discese sulla fascia e nel dribbling; Dušan Basta invece non rientra più nei disegni di mister Inzaghi, facendo trapelare un possibile addio alla maglia biancoceleste in vista di gennaio.

La Lazio sta sondando il terreno dell’esterno destro sia in Italia che all’estero, mettendo in lista già qualche nome degno d’interesse per rafforzare la rosa biancoceleste.

Dalla Spal è risaputo l’interesse per Manuel Lazzari, talento classe 1993 e nel mirino anche del Torino: l’esterno di Valdagno ha iniziato la stagione nel migliore dei modi, con 13 presenze tra Campionato e Coppa Italia e ben 5 assist (davanti a lui solo Cristiano Ronaldo, Suso, Callejón e Quagliarella). Il prezzo del cartellino parte dai 10 milioni d’euro, con una cifra destinata a levitare per la forte concorrenza torinese e le ottime prestazioni del giocatore in scadenza 2023: un colpo quindi di difficile fattibilità, specialmente conoscendo l’iter lavorativo di Lotito.

In Inghilterra invece il Manchester United prova a sistemare Matteo Darmian, da tempo fuori dal progetto di José Mourinho: l’italiano scade a giugno 2019, ponendo le premesse per un ottimo accordo con la squadra biancoceleste e attraverso costi molto contenuti (il valore di mercato è 10 milioni d’euro, ma si potrebbe portare in biancoceleste anche a molto meno).

Più complesso l’approdo di Stefan Lainer dal Red Bull Salisburgo: l’esterno austriaco è un gioiello della squadra e proviene dal suo stesso vivaio, ricoprendo ora il ruolo di titolare inamovibile sulla fascia destra. Con un contratto in scadenza nel 2022, difficilmente il club austriaco si priverà della sua qualità per cifre inferiori ai 10/15 milioni d’euro.

Dalla Francia trapela anche l’interesse per Rafael dell’Olympique Lione, dove l’esterno brasiliano classe ’90 parte da un valore di mercato di 9 milioni d’euro. Seppur in scadenza a giugno 2019, sta vedendo un utilizzo costante da parte di Bruno Génésio: rimane comunque un colpo di mercato fattibile per gli standard biancocelesti.