fbpx

ExtraLazio, nervi tesi in casa genoana: la gradinata contesta, Juric sbotta contro un giornalista e Preziosi pensa ad un nuovo ribaltone

Non è di certo delle migliori l’aria che si respira in queste ore a Genova, sponda rossoblu. Dopo l’ennesima sconfitta del Genoa guidato da Juric, si fanno sempre più insistenti le voci di un possibile esonero del tecnico croato per fare spazio a Tudor.

L’ambiente genoano non è per niente tranquillo, in tal senso. Basti pensare, ad esempio, allo striscione esposto dalla Gradinata Nord in occasione della recente sfida di campionato contro il Napoli, che ha sollevato numerose polemiche. “Preziosi prima o poi anche tu morirai… il Genoa mai!” è stata la scritta esposta sulla balaustra del settore più caldo del tifo rossoblu.

Ma gli animi si sono riscaldati anche in conferenza stampa, quando lo stesso Juric è sbottato contro un giornalista che gli aveva chiesto se aveva avuto modo di parlare con il presidente Preziosi dopo questa sconfitta. “Ma che cazzo di domanda è?” ha replicato, seccamente, Juric, rincarando la dose dopo pochi istanti “Vuoi che ti rispondo di nuovo? Ma non rompermi i coglioni!”.

Segnali lampanti di un nervosismo diffuso in casa genoana, che a breve potrebbe incappare nel secondo esonero in appena 12 giornate. Preziosi sembrava infatti intenzionato a dare un’ultima possibilità all’attuale allenatore del Genoa, subentrato al posto di Ballardini, anche in vista del derby della Lanterna. Ma nelle ultime l’ipotesi di un ribaltone diventa sempre più concreta.

Daniele Caroleo

Giornalista pubblicista. Tifoso della Lazio. Mi piace lo sport (con una particolare predilezione per il calcio), scrivere e fotografare.

Daniele Caroleo ha 703 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Daniele Caroleo

Avatar

Lascia un commento