fbpx

Europa League: Contro il Marsiglia per blindare la qualificazione e non solo

Di Augusto Sciscione

La vittoria della Orange Arena di due settimane fa ha spianato la strada della qualificazione alla squadra di Mister Inzaghi che già domani in caso di vittoria contro l’OM e concomitante risultato positivo dell’Eintracht contro l’Apollon, potrebbe avere la matematica certezza di approdare ai sedicesimi di Europa League. La vittoria, inoltre, consentirebbe di poter ambire al primo posto anche se la pesante sconfitta in Germania ha reso l’impresa veramente proibitiva a meno di gravi ed inaspettate cadute dei tedeschi prima dell’ultima gara di ritorno all’Olimpico che si giocherà il 13 dicembre. Il primo posto, infatti, sarebbe fondamentale per non vivere un sorteggio al cardiopalma dove ci potrebbero essere addirittura una tra PSG e Liverpool oltre allo spauracchio Chelsea. Ma ragionando a stretto giro, il poter archiviare già domani sera la pratica qualificazione permetterebbe ad Inzaghi di poter gestire al meglio la rosa in vista del “tour de force” che attende la Lazio dal ritorno dopo la sosta fino a Capodanno. Finora, infatti, il girone, molto più impegantivo che quello della scorsa stagione, non ha consentito un grande turnover ed alcuni elmenti, vedi Acerbi, non hanno avuto riposo dovendo giocare quasi tutte le partite tra campionato e coppa. La situazione potrebbe essere anche utile per permettere a chi ha giocato meno di trovare spazio e stimoli per riprendersi un posto nelle rotazioni di Mister Inzaghi. La gara di domani quindi riveste una importanza quasi strategica per il prosieguo della stagione, sopratutto in campionato, in quanto le due gare contro Apollon e Eintracht di Europa League si incastrano prima di due trasferte insidiose come quelle di Verona e Bergamo. Siamo sicuri che questi calcoli se li sarà fatti anche Inzaghi che di certo non vorrà spremere al massimo la rosa dei titolari, alla luce dell’esperienza della scorsa stagione dove proprio nel finale di stagione la Lazio pagò la durezza di una stagione vissuta su tre fronti. Da non sottovalutare, infatti, che da gennaio poi inizierà anche la Coppa Italia che si aggiungerà al campionato ed all’Europa e quando le partite saranno sempre più decisive sarà fondamentale avere la rosa al meglio.

 

Augusto Sciscione

Nato a ottobre del 1977 sotto il segno della bilancia. Laureato in Giurisprudenza esercita la professione di avvocato. Ama lo sport in generale, ma le sue grandi passioni sono la pallacanestro e la Lazio. La prima gara vissuta da spettatore allo Stadio Olimpico è stata Lazio-Taranto che terminò 3-1 e riporto la Lazio in Serie A. Ha vissuto gli anni d'oro della Lazio di Sven Goran Eriksson ed il giocatore a cui è rimasto più legato è il Cholo Simeone. Ama i cani ed al momento ne possiede uno di nome Gazza.

Augusto Sciscione ha 44 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Augusto Sciscione

Augusto Sciscione

Lascia un commento

Share via
Copy link
Powered by Social Snap