Lazio, ecco come colpire il Parma. Ma occhio a Inglese e alle fasce

Domani la Lazio andrà a far visita al Parma. La squadra di D’Aversa è una delle realtà più interessanti della nostra Serie A. A testimoniarlo sono soprattutto i risultati, come, per esempio, le vittorie sui campi di Inter e Genoa. Gli emiliani giocano un calcio prettamente offensivo, come dimostrato dal 4-3-3 con cui si dispongono in campo. Lo sviluppo dell’azione si basa prevalentemente sulle fasce laterali. C’è però un aspetto che non va affatto sottovalutato: l’assenza di Gervinho. L’ivoriano, nel giro di pochissimo tempo, è diventato un pilastro della manovra ducale. Se l’ex Roma, come sembra, non dovesse scendere in campo, Simone Inzaghi potrà senza alcun dubbio tirare un sospiro di sollievo. Occhio però anche a Roberto Inglese. La sua capacità di far salire la squadra e la sua abilità nel gioco aereo possono rappresentare un problema per la retroguardia biancoceleste. L’ex Napoli è il riferimento offensivo perfetto per chi fa delle corsie laterali il punto di forza.

Come può allora la Lazio far male al Parma? I capitolini devono assolutamente sfruttare ciò con cui lo scorso anno hanno fatto la differenza, ossia il gioco tra le linee. La difesa dei gialloblu potrebbe infatti andare in difficoltà se attaccata con scambi rapidi e in profondità. Quindi, oltre a essere fondamentali, come sempre, i movimenti e i tagli di Ciro Immobile, tutto potrebbe ruotare attorno a Luis Alberto. Lo spagnolo potrebbe essere l’uomo perfetto per spaccare la partita del Tardini. Un ruolo fondamentale avrà ovviamente anche Milinkovic. Le sue sponde aree, i suoi inserimenti e la sua capacità di sfruttare la sua fisicità, creando spazi per i compagni, potrebbero creare problemi a una retroguardia sì forte fisicamente, ma poco mobile. Limitare le fasce avversarie, giocare tra le linee e ritrovare gli uomini chiave: per la Lazio la partita del Tardini passare inevitabilmente da questi tre fattori.

Gianpiero Farina

Sardo d'origine, romano d'adozione. Il giornalismo, soprattutto sportivo, e la Lazio le mie più grandi passioni. Cresciuto tra il mare e il mito di Juan Sebastian Veron, ho deciso di trasferirmi nella Capitale per provare a trasformare i miei sogni in realtà.

Gianpiero Farina ha 1812 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Gianpiero Farina

Avatar