Noi Biancocelesti » FOCUS & Notizie » Immobile, Milinkovic, Luis Alberto: mal di pancia o condizione fisica?

Immobile, Milinkovic, Luis Alberto: mal di pancia o condizione fisica?

14 settembre 2018 by Lorenzo Zolito

 

A cura di redazione noibiancocelesti.com  – Lorenzo Zolito

 

È stata un’estate biancoceleste concentrata tutta sulle cessioni. Immobile, Milinkovic e Luis Alberto. Ogni giorno qualcuno aveva già le valigie in mano suscitando ansia e polemiche tra i tifosi biancocelesti. Eppure nessuno tra questi è partito, ma i giornali non si fermano. Luis Alberto voleva il Siviglia, Immobile il Milan e Milinkovic il Real Madrid. Questo sarebbe il motivo delle prestazioni non altamente convincenti dei tre top players biancocelesti in queste prime tre sfide. Forse però bisognerebbe concentrarsi più sui fatti che su notizie scritte per fare numeri.

Immobile non è mai stato vicino a lasciare Formello. L’agente ha solamente dato corda ai club interessati per rispetto, magari aspettando una sola offerta clamorosa. Poi subito l’idea del rinnovo con la famiglia del calciatore campano che ha speso parole d’amore per Roma e per la tifoseria biancoceleste.

Per quanta riguarda Luis Alberto è stato tutto un arrampicarsi sugli specchi. Lo spagnolo ha ricevuto un offerta di 30milioni dal Siviglia rifiutata immediatamente dalla società e dal giocatore. Il trequartista è grato a Inzaghi e Tare per aver creduto in lui trasformandolo in un centrocampista di altissimo livello in un momento in cui aveva addirittura pensato di smettere. Quindi nessun dubbio e solo certezze.

Sicuramente diversa la situazione Milinkovic. Qui non solo le testate giornalistiche ma tutti si aspettavano una partenza del serbo. E le offerte ci sono state ma nessuna ha soddisfatto il patron Claudio Lotito. Juventus e Real, le società relativamente più vicine, senza però nessun sviluppo concreto e reale. E allora Milinkovic rimane senza rimorsi e con la solita grinta con il rinnovo vicino fino al 2023 con un ingaggio di 3milioni a stagione.

In pochi non considerano il fatto che tutta la Lazio è indietro fisicamente. Quest’anno non si vogliono ripetere gli errori degli scorsi anni. Inzaghi preferisce partite piano per poi poter essere al meglio nei momenti decisivi della stagione. Questo è il motivo per cui nessuno sta al meglio. Ora serve solo tempo e pazienza per scacciare le polemiche e tornare a sognare.

 

Leave a Reply

Seguici sui social network