Noi Biancocelesti » Campionato & Notizie » Lazio – Napoli: Le ultime dai ritiri

Lazio – Napoli: Le ultime dai ritiri

17 agosto 2018 by Pierluigi Marconi

L’attesa sta per terminare ed a novanta giorni esatti da quel triste 20 maggio, quando l’Inter fece svanire i sogni legati alla Champions League, si tornerà in campo per una partita che vale i tre punti.

Si inizierà nel modo che nessuno avrebbe voluto, ovvero con un minuto di raccoglimento in ricordo delle vittime della tragedia di Genova. Ci sarà un’atmosfera particolare soprattutto per le polemiche che si sono susseguite in questi giorni circa il mancato rinvio dell’interna giornata. La Lega, anche in questo caso, ha deciso che, come cantavano i Queen, “Show must go on” e quindi dalle ore 18 si aprirà ufficialmente la stagione 2018/2019.

Sarà la stagione in cui verrà introdotto un nuovo modo di vedere le partite in tv, per cui non saremo più legati solamente al funzionamento di un’antenna o di una parabola, ma dovremo controllare anche il segnale internet ed allargare eventuali piani tariffari per avere massima velocità di navigazione per non perdere nemmeno una partita della nostra squadra del cuore.

In questo clima di incertezze extra calcistiche si affronteranno domani alle ore 20 le squadre che, tra il lotto delle pretendenti ad accaparrarsi un posto Champions, hanno cambiato meno rispetto alla scorsa stagione. L’estate di Napoli e Lazio, infatti, è stata per certi versi simile in quanto a far da contraltare alle cessioni di Jorginho e Anderson, che sono stati dei veri e propri affari economici, c’è stato l’arrivo una serie di giocatori interessanti che di certo non hanno acceso la fantasia di entrambe le tifoserie, ma che secondo gli addetti ai lavori hanno migliorato in termini numerici e di alternative le rispettive rose.

I riflettori sicuramente saranno puntati su Carlo Ancelotti che dopo tanto girovagare ha scelto il progetto di De Laurentis per tornare in Italia, spiazzando un po’ tutti quelli che magari lo avrebbero visto bene ad allenare la Nazionale Italiana dopo il disastro delle qualificazioni mondiali. Il dubbio che i tifosi partenopei si hanno, riguarda la capacità del mister di Reggiolo di ripercorrere e, soprattutto migliorare, quanto di buono fatto da Sarri nell’ultima stagione. Il precampionato degli azzurri non è stato di certo entusiasmante in virtù di alcuni passi falsi contro il Liverpool ed il Wolsburg che hanno lasciato intuire alcuni problemi difensivi. L’infortunio di Meret ha costretto il Direttore Sportivo Giuntoli a correre ai ripari ed è arrivato a poche ore dalla chiusura del mercato il colombiano Ospina dall’Arsenal. Contro la Lazio toccherà però ancora al contestato Karnezis che avrà di fronte a se la linea difensiva collaudata della passata stagione con Koulibaly e Albiol al centro, Hysaj e Mario Rui (in attesa del ritorno di Ghoulam) sulle fasce. A centrocampo oltre al capitano Hamsik, spostato da Ancelotti in cabina di regia al posto di Jorginho, ci sarà sicuramente il mastino Allan, mentre l’ultima maglia se la contendono il neo arrivato Fabian Ruiz ed il polacco Zielinski, con lo spagnolo leggermente favorito. In attacco non sembrano esserci grossi dubbi vista la condizione non entusiasmante di Mertens, arrivato tardi in ritiro a causa dei Mondiali, ed il tridente sarà formato da Insigne, Milik e Calleion.

Proprio la collaudata linea offensiva dei partenopei sembra essere lo spauracchio dei biancocelesti che nella passata stagione hanno subito 8 reti nei due scontri di campionato, lasciando trasparire delle grandi difficoltà ad arginare la rapidità degli attaccanti ed i tagli lontano dal pallone che hanno creato non pochi problemi alla squadra di Inzaghi.

Proprio in quest’ottica l’allenatore della Lazio sta pensando di ritornare sui suoi passi, rilanciando dal primo minuto, davanti a Strakosha, Luis Felipe, in odore di convocazione in Nazionale da parte del CT Mancini. A farne le spese dovrebbe essere il brasiliano Wallace che non ha convinto nel precampionato a causa di alcune leggerezze che ricordano un po’ quelle già viste lo scorso anno. A chiudere il reparto difensivo ci saranno Radu ed Acerbi che sembrano i titolari di fiducia scelti da Inzaghi. A centrocampo di saranno i maggiori cambiamenti con Leiva, Lulic e Patric squalificati e, con Lukaku ancora ai box fino a metà ottobre. Ci sarà spazio, quindi, in cabina di regia per il neo arrivato Badelj che sarà affiancato ai lati da Parolo e Milinkovic, mentre sulle corsie esterne agiranno a destra Marusic, mentre a sinistra è ballottaggio vero tra Caceres e Durmisi. Il giocatore danese non sembra ancora inserito a pieno negli schemi di Mister Inzaghi soprattutto per quanto riguarda la fase difensiva e la scelta potrebbe cadere su Caceres proprio in virtù delle maggiori attitudini da marcatore del giocatore uruguagio che però non ha mai ricoperto questo ruolo da quando veste la maglia biancoceleste. In attacco non ci sono dubbi con Luis Alberto che agirà dietro Immobile, mentre a gara in corso dovrebbe esserci spazio per l’esordio in maglia biancoceleste dell’argentino Correa su cui posano gran parte delle aspettative dei tifosi biancocelesti visto anche il grande esborso economico.

Non ci resta che attendere poche ore e poi sarà di nuovo campionato e sapremo se almeno per una settimana prevarranno i sogni o le paure estive.

Augusto Sciscione

 

.

Leave a Reply

Seguici sui social network