24.5 C
Roma

Lazio-Chievo, Inzaghi in conferenza: “Dobbiamo pensare solo a noi stessi. Sarà una partita scomoda”

Formello

Dare continuità ai tre punti conquistati contro l’Udinese. È questo l’obiettivo della Lazio in vista del match contro il Chievo, in programma domani alle ore 15 allo stadio Olimpico. Ad analizzare la sfida contro i clivensi è stato l’allenatore dei biancocelesti Simone Inzaghi nella consueta conferenza stampa della vigilia.

CALENDARIO – “Abbiamo un calendario molto fitto. Però lo sapevamo. Dovremo scendere in campo dopo nemmeno tre giorni, ma dovremo farci trovare pronti. Dobbiamo pensare solo al Chievo, perché dobbiamo vincere e muovere la classifica“.

FORMAZIONE –Devo verificare alcune cose. Ieri ho visto solo chi non ha giocato con l’Udinese. Oggi dovrò cercare di capire come sono state recuperate le energie. Andrà valutato e controllato Correa. Vedremo come andrà la rifinitura. Sceglierò la formazione migliore possibile. Radu e Marusic? Si sono allenati bene. Vedrò se schierarli dall’inizio”.

GIORNATA FAVOREVOLE –Non guardo le altre, perché si perdono solo energie. Sono cose su cui non si può incidere. Dobbiamo pensare solo a noi stessi“.

ATTEGGIAMENTO –Dobbiamo sempre essere cattivi e concentrati. Voglio vedere ferocia agonistica. Sappiamo che siamo in ritardo e che non possiamo fare calcoli. Dobbiamo affrontare tutte le partite da qui alla fine nel migliore dei modi“.

AVVERSARIO –Sarà una partita scomoda. Il Chievo è una squadra organizzata e con una classifica bugiarda. Sono già retrocessi, ma affronteranno la partita di domani nel migliore dei modi, avendo la mente libera. Già all’andata ci hanno messo in grande difficoltà. Noi rispetto a quella partita siamo cresciuti molto e abbiamo più certezze“.

SENZA LEIVA –Come stiamo? Ci alleniamo bene. Ho dei ragazzi maturi e concentrati. Leiva? Per noi è un giocatore fondamentale, ma domani non ci sarà. Al suo posto giocherà Badelj. Ho grande fiducia in lui. Stiamo parlando di un giocatore importante. Cambiamenti tattici? Giocheremo con lo stesso modulo. Vedremo anche come stanno Parolo, Milinkovic e Cataldi. Farò le mie valutazioni“.

MOMENTO DI IMMOBILE –Ciro è tranquillo. Mi dispiace che si parli così tanto del fatto che non segni. Con l’Udinese ha fatto un assist e lavorato molto per la squadra. Ha fatto una grande gara e ha corso tanto. Bisogna guardare le sue prestazioni nel complesso e non solo se segna o no“.

Related posts

Lazio, Inzaghi: “In questi tre anni ci siamo giocati tutto fino alla fine. Tifosi? Sono il mio orgoglio”

Lazio, Inzaghi diserta ancora la conferenza stampa

Formello, prove tattiche in vista del Torino, ancora turnover per Inzaghi

Leave a Comment