31.3 C
Roma

Inter-Lazio, il doppio ex Veron: “Per me sarà una gara speciale” E su Inzaghi e Correa…

Rassegna Stampa

Oggi è il giorno di Inter-Lazio. Ad analizzare la sfida è stato uno dei tanti doppi ex: Juan Sebastian Veron. Queste le sue parole, rilasciate ai microfoni de ‘La Gazzetta dello Sport’: “Giocheranno due squadre a cui sono molto legato. Per me sarà emozionante tornare a San Siro. Ho trascorso degli anni bellissimi sia a Roma che a Milano. Spero di essere applaudito da tutti, anche perché credo di aver lasciato un bel ricordo“.

SPAREGGIO –Sia la Lazio che l’Inter hanno grandi possibilità di andare in Champions. In queste partite è importante confermarsi. Ciò che conta e non sbagliare, soprattutto in un palcoscenico come quello di San Siro“.

INZAGHI –Non avrei mai detto che avrebbe fatto l’allenatore. Da giocatore non era per nulla adatto. Era una sorta di ragazzaccio. Chi aveva il carattere da allenatore? Sicuramente Simeone“.

CORREA –Lo conosco bene perché è cresciuto nell’Estudiantes. Ha tanta qualità e grande voglia di imparare. Cosa gli ho consigliato? Gli ho detto che la Serie A è importante, perché ti forma come calciatore. In fondo è quello che è successo a me“.

SPALLETTI E ICARDI –Spalletti, come Inzaghi, fa giocare bene la sua squadra. Sono allenatori di personalità e che sanno tenere unito il gruppo. Il caso Icardi? Posso solo parlare da spettatore. Tutti abbiamo avuto momenti difficili e problemi con le società. Io penso però che il giocatore debba sempre mettere davanti la squadra, il club e il rispetto. Mi dispiace, perché ormai sembra di essere arrivati a un punto di non ritorno. Mauro è un ragazzo che ha fatto molto bene a Milano e che può dare ancora molto. Spero che, anche per il bene dell’Inter, si trovi al più presto una soluzione”.

Related posts

Corriere dello Sport | Lazio, oggi amichevoli con la Triestina: out Leiva

Corriere dello Sport | Lazio, tentazione Boca Juniors per Caicedo

Il Tempo | Lazio, tutto su Szoboszlai: sarà lui il dopo Milinkovic?

Leave a Comment