14.2 C
Roma

La Lazio stravince il derby della capitale: i numeri e le statistiche del match. Correa il migliore in campo.

News

Apoteosi Lazio. Torna al successo in campionato la Prima Squadra della Capitale. Torna a raccogliere i tre punti in una delle partite più importanti della stagione, il derby. Tre gol per tre punti che, in questo modo, portano la formazione biancoceleste a quota 41 punti in classifica. In particolare, la compagine di Simone Inzaghi si è imposta sulla Roma per 3-0 grazie alle reti siglate da Caicedo, Immobile e Cataldi. La compagine più antica di Roma non riusciva a superare i giallorossi con lo questo risultato dal 10 dicembre 2006, giorno nel quale la formazione biancoceleste guidata da Delio Rossi sconfisse la Roma proprio per 3-0 con i gol di Ledesma, Oddo e Mutarelli. Quest’ultimo concluse il match al 73’, stesso minuto nel quale ieri Ciro Immobile ha trovato la via della rete trasformando un penalty procurato da Joaquin Correa.

Atteggiamento propositivo dei biancocelesti che, durante la stracittadina, hanno sviluppato il 52% del proprio possesso palla nella metà campo occupata dai calciatori giallorossi. Inoltre, la squadra di Simone Inzaghi ha manovrato mediamente a 57,01 metri dalla porta difesa da Thomas Strakosha. In questo modo la Lazio è riuscita a trovare la conclusione in sei occasioni e dando inizio a ben 15 azioni manovrate. Le ripartenze sfruttate dai biancocelesti, invece, sono state 25. Analizzando nello specifico la fase offensiva della Lazio, sono state create in totale 49 iniziative offensive: 25 di queste sono state sviluppate sulla corsia di sinistra, 8 centralmente e 16 lungo la catena di destra. Analizzando le prestazioni individuali dei calciatori di Simone Inzaghi emergono le prove di Bastos e Milinkovic. Il difensore angolano ha effettuato durante la sfida di ieri ben 7 recuperi: nessun calciatore in campo è riuscito a portare a termine un numero simile di intercetti. Il centrocampista serbo, invece, è stato il maratoneta della sfida con 11,256 chilometri all’attivo.

Tre gol per la Lazio ad opera di ben tre marcatori diversi. A sbloccare la sfida è stato Felipe Caicedo: il numero 20 biancoceleste ha trovato la seconda rete casalinga consecutiva in Serie A. Dopo aver trovato la via della rete contro l’Empoli, ieri nella stracittadina il centravanti ecuadoriano ha regalato il vantaggio alla Prima Squadra della Capitale concretizzando un’iniziativa orchestrata da Joaquin Correa e mettendo così a segno il suo undicesimo centro con l’Aquila sul petto. Nella ripresa, al posto dello stesso Caicedo, è subentrato Ciro Immobile. Il numero 17 di Simone Inzaghi non si è fatto attendere ed al 73’ ha regalato ai biancocelesti la rete del 2-0 trasformando un penalty procurato da Joaquin Correa: con questa realizzazione, Immobile è divenuto il quarto rigorista più prolifico nella storia della Lazio con 18 tiri dal dischetto mutati in gol. Inoltre, il centravanti di Torre Annunziata ha messo a segno il suo quinto gol alla Roma da quando indossa la maglia biancoceleste. Nella storia laziale solo Silvio Piola è riuscito a segnare più reti nei derby (7). A chiudere la sfida è stato Danilo Cataldi che, ancora una volta con una conclusione da fuori area, ha trovato la sua seconda marcatura in questo campionato di Serie A, la prima in un derby.

Al termine del match, Joaquin Correa è stato eletto come il Most Valuable Player della sfida. Il numero 11 della Prima Squadra della Capitale ha prima offerto un ottimo assist per la rete dell’1-0 di Felipe Caicedo, poi nella ripresa si è procurato il rigore trasformato da Immobile nel gol del 2-0 per la Lazio. Inoltre, l’argentino ha toccato ben 39 palloni nel corso della sfida, macinando anche 9,465 chilometri sul terreno di gioco.

Related posts

Immobile: “Mi è mancato il centesimo gol. Inzaghi? Una Lazio senza di lui non la so immaginare…”

Lazio, lo striscione degli Irriducibili: “26 maggio che giornataccia”

Lazio, senti Fusco: “La Coppa Italia è un trofeo molto ambito, non capisco chi è contento a metà…”

Micaela Monterosso

Leave a Comment