16.7 C
Roma

Statistiche: uno sguardo alla difesa della Lazio, tra gol subiti e “pass accuracy” di Strakosha

Rubrica

Per un attacco comunque dirimponte della Lazio di Simone Inzaghi, c’è da constatare, ovviamente, una sorta di fragilità nel reparto arretrato nella formazione biancoceleste, che comunque, è giusto evidenziarlo, è leggermente migliorata rispetto alla stagione passata.

Secondo i dati forniti da LazioPage la squadra capitolina, nell’anno solare 2018, risulta essere la nona difesa con più gol subiti. 48 reti complessive. Davanti alla Lazio ci sono ovviamente la Juventus, con 20 reti subite, l’Inter, a quota 30, il Napoli, a 33, il Milan, a 35, il Torino, a 38, la Roma, a 40, l’Atalanta, a 41 e la Fiorentina a 44. Dietro la Lazio, al decimo posto, c’è la SPAL, con 51 reti subite. Solo nella stagione 2018/2019 (e quindi solo per quanto riguarda il girone di andata, appena concluso), la Lazio è invece settima, con 21 reti subite. In testa, anche in questo caso, troviamo la Juventus con 11, seguita dall’Inter con 14, il Napoli con 17, la Fiorentina con 18, il Torino con 19 ed il Milan con 20. Dietro la squadra biancoceleste troviamo infine il Parma, la Sampdoria e l’Udinese con 23 reti subite.

Andando ad analizzare ulteriormente il reparto difensivo della squadra biancoceleste, uno dei dati più interessanti riguarda, senza alcun dubbio, il “pass accuracy” (l’accuratezza nel passaggio) dell’estremo difensore della Lazio, Thomas Strakosha. Il portiere albanese, per scelta tecnica dello stesso Inzaghi, viene coinvolto molto spesso nelle impostazioni delle azioni laziali. Il lancio lungo a cercare la testa di Milinkovic-Savic è una delle soluzioni maggiormente utilizzate dal giovane estremo difensore della Lazio e la sua percentuale di passaggi riusciti, nel complesso, è del 68.6%. Un dato non certo eccellente, ma c’è anche da dire che tra tutti i portieri della Serie A, Thomas è comunque al nono posto per percentuale di passaggi riusciti. Nel massimo campionato italiano, ci sono quindi ben 11 estremi difensori ben peggiori, con i piedi, rispetto al portiere biancoceleste.

Restando sui dati relativi all’accuratezza del passaggio, scopriamo che il migliore della formazione biancoceleste, in questo caso, risulta essere Acerbi, con l’88.0% di passaggi riusciti. La graduatoria, dietro il centrale difensivo della Lazio, è la seguente 87.3% Badelj, 87.3% Radu, 87.0% Leiva, 86.2% Wallace, 85.4% Correa, 83.6% Luiz Felipe, 83.3% Marusic, 80.3% Milinkovic-Savic, 79.8% Lulic, 79.6% Luis Alberto, 79.0% Immobile, 77.9% Parolo, 72.7% Caicedo. Chiude il già citato Strakosha con il dato soprariportato. Nella graduatoria dei passaggi complessivi effettuati dai calciatori della Lazio, è Lucas Leiva quello in testa con una media di 56.5 a partita. Tale classifica continua nel seguente modo: 50.4 Acerbi 49.1 Milinkovic-Savic 47.8 Radu 47.3 Wallace 44.4 Luiz Felipe 43.3 Lulic 39.6 Luis Alberto 37.4 Badelj 32.9 Parolo 28.3 Marusic 25.6 Immobile 25.0 Strakosha 20.1 Correa 09.3 Caicedo.

Related posts

Accadde oggi: quel derby sospeso per un “bambino morto”

Micaela Monterosso

Verso Fiorentina-Lazio, numeri e statistiche pre-match: i biancocelesti segnano da nove partite consecutive in Serie A. I viola sono la formazione più giovane d’Europa

Daniele Caroleo

Lazio, quando una Ferrari ha i pony al posto dei cavalli

Gianpiero Farina

Leave a Comment