24.5 C
Roma

Corriere dello Sport: Tare è una furia. Arbitraggio sconcertante

Rassegna Stampa

Sull’edizione odierna del Corriere dello Sport ampio spazio alle dichiarazioni del Direttore Sportivo della Lazio, Igli Tare, che al termine della partita contro il Torino, ha affidato le sue prime parole a De Martino. Il DS biancoceleste, infatti, ieri non era presente allo Stadio Olimpico, ma si trovava a Dubai con la famiglia. Aveva comunque potuto assistere alla partita in televisione, e al termine della stessa ha voluto che le sue constazioni venissero evidenziate fortemente in sala stampa e ai cronisti presenti all’interno dello stadio.

“Sconcertato dall’arbitraggio”, sono state le sue prime parole. Sul Corriere dello Sport, però, vengono poi aggiunte ulteriori affermazioni pronunciate dallo stesso dirigente biancoceleste: “Se la Lazio da fastidio basta saperlo! Dopo tutti i torti subiti l’anno scorso, si ricomincia. Non si può andare avanti così. Il rigore di Belotti? Inesistente. Se lo dai, è dieci volte più netto quello di Acerbi.”

Non è la prima volta che il DS della Lazio interviene a gamba tesa sulle questioni arbitrali che hanno danneggiato la Lazio. Il 13 marzo scorso, dopo il rigore non concesso ad Immobile, senza aver verificato la Var, e quello invece assegnato al Cagliari, con l’ausilio della tecnoglogia, parlò di “campionato falsato” e di “malafede”. Ed in una successiva intervista, rilasciata proprio al CdS, su precisa domanda  “gli arbitri ce l’hanno con la Lazio? Vogliono colpire Lotito e non farvi andare in Champions?”, lui rispose: “Vi siete già detti tutto da soli. Noi ci sentiamo colpiti. Ogni volta che la Lazio si trova in alto succede qualcosa!

Il presidente Lotito è infuriato quanto lui. Ha lasciato lo stadio Olimpico senza dire una parola. Si è ritrovato faccia a faccia con l’arbitro, ma non gli ha detto nulla. All’inizio del 2018, però, aveva avuto modo di parlare più volte con Nicchi, ma nulla è cambiato. L’anno scorso Giacomelli, sempre in Lazio-Torino. Quest’anno Irrati.

Quando l’arbitro ha fischiato il calcio di rigore su Belotti, anche Simone Inzaghi, in panchina, ha allargato le braccia e ha affermato chiaramente “non si può andare avanti così”. Il labiale è stato catturato dalle telecamere. “Gli episodi hanno condizionato la gara. – ha poi sottolineato nel corso della conferenza stampa post-match – L’espulsione di Izzo era netta. Dopo qualche minuto ci hanno fischiato il rigore contro. Un rigore che non c’era, mentre era netto quello su Acerbi. Gli errori sono sotto gli occhi di tutti e altre situazioni sono sicuramente da rivedere.”. A fine primo tempo Simone si è addirittura fiondato in campo. “Sono andato dall’arbitro per paura delle proteste dei miei ragazzi, volevo tornare in campo in undici. Alla squadra ho fatto i complimenti, meritavamo la vittoria.”

Related posts

Repubblica | Lazio, per la difesa spunta il nome di Tomiyasu

Corriere dello Sport | Lazio, sarà Yazici il dopo Milinkovic?

Corriere dello Sport | Calciomercato Lazio, tutto su Lazzari e Vavro

Leave a Comment