5.4 C
Roma

Lazio-Torino, Inzaghi in conferenza: “Domani servirà umiltà. Luis Alberto è un giocatore intelligente”

Formello

Tour de force. Non esiste espressione migliore per descrivere il fine anno ricco di impegni per la Lazio. I biancocelesti ospiteranno domani il Torino, in un match che chiuderà il 2018 e il girone d’andata. L’allenatore dei capitolini Simone Inzaghi ha analizzato la sfida contro i granata nella consueta conferenza stampa della vigilia.

FATTI DI MILANO –Sono cose che non devono succedere. Il calcio è uno sport. Bisogna capire perché capitano queste cose. Le famiglie e i bambini che vengono allo stadio devono stare sereni. Queste cose allontano la gente dagli stadi. Fermarsi se si sentono i buu? Può essere una soluzione da tenere in considerazione”.

PRIMI BILANCI –Ho un gruppo di persone serie e che lavora bene. Posso dire che siamo là in classifica da due anni e mezzo e sappiamo che questo in Italia non è affatto semplice. Dobbiamo guardare a quello che abbiamo fatto in questi quattro mesi. Dobbiamo pensare a noi stessi e migliorare partita dopo partita. Chiudere con 34 punti? Potevamo avere qualche punto in più. Abbiamo avuto un rallentamento, ma lo hanno avuto in molti. Rispetto allo scorso anno tutte hanno meno punti, eccetto la Juventus. Quello che più conta ora è la sfida cono il Torino. Vogliamo fare una grande partita contro una squadra molto forte“.

LUIS ALBERTO –Sappiamo quanto è importante per noi. Sta molto bene. Sta smaltendo l’infortunio che ha avuto alla fine della scorsa stagione. È molto attaccato al mondo Lazio ed è un ragazzo molto sensibile. La nuova posizione? Ha tantissima qualità ed è molto intelligente nel muoversi in campo. Sa trovare la posizione giusta e può ricoprire molti ruoli È una grande risorsa per noi”.

FORMAZIONE –Sicuramente giocheranno Immobile e Parolo. Per il resto dovrò valutare e vedere le risposte che mi daranno. Cercherò di mettere in campo la formazione che riterrò più adatta all’avversario. I ragazzi sanno che sto cambiando alcune cose. Leiva? A Bologna volevo farlo giocare massimo 70”, ma poi avevo già effettuato due cambi e ho preferito levare Milinkovic, che aveva avuto dei problemi. Le sensazioni sul brasiliano erano buone e ha finito la partita molto bene. Valuteremo le sue condizioni con lo staff medico“.

AVVERSARIO –Affrontiamo una squadra forte, organizzata e con un ottimo allenatore. I granata stanno facendo bene. Hanno investito tanto sul mercato. Basta pensare a Zaza e Izzo, che sono  giocatori di grandi qualità. Sicuramente lotterà per un posto in Europa. Dovremo affrontare la partita in modo umile e concentrato, consci di questo ma anche della nostra forza e dei nostri mezzi“.

Related posts

Verso Lazio-Juventus: prime prove tattiche per i biancocelesti. Assente Luiz Felipe, che salterà Juventus e Inter.

Daniele Caroleo

Verso Lazio-Juventus: allenamento di ripresa per i biancocelesti. Assente Luiz Felipe, differenziato per Radu, Marusic e Lulic.

Daniele Caroleo

Conferenza stampa, Inzaghi : “Il girone di ritorno deve cominciare nel migliore dei modi. Mercato? C’è sintonia con la società”

Leave a Comment