23.1 C
Roma

Gli anticipi del sabato: Juve e Inter, vittoria… di rigore!

Serie A

Negli anticipi del sabato della 16° giornata di Serie A, sono scese in campo sia l‘Inter, contro l’Udinese, e sia la Juventus, impegnata nel derby contro il Torino.

I nerazzurri di mister Spalletti, dopo la cocente delusione a seguito dall’eliminazione della Champions League, sono tornati sul prato verde di San Siro per affrontare l’Udinese. La formazione di casa è riuscita ad avere la meglio grazie ad un calcio di rigore trasformato dal solito Icardi al 31′ del secondo tempo, a seguito di un fallo di mano in area di Fofana non visto dall’arbitro, ma puntualmente segnalato dal VAR. Pur faticando, l’Inter è dunque riuscita a portare a casa i tre punti, consolidando il terzo posto in classifica.

In serata, poi, allo Stadio Olimpico Grande Torino, è andato in scena il Derby della Mole. Torino e Juventus si sono dunque affrontate a viso aperto e anche in questa occasione, la formazione di mister Allegri ha avuto la meglio sull’avversario, grazie ad un calcio di rigore trasformato da Cristiano Ronaldo, che con questa marcatura entra di diritto nella storia bianconera, avendo realizzato il gol numero 5000 della storia juventina. La partita termina dunque con la vittoria della formazione di Allegri, ma le polemiche, dopo il triplice fischio, sono molteplici, soprattutto in casa granata, dove viene contestatato almeno un penalty non concesso dal direttore di gara e non evidenziato dai suoi colleghi al VAR.

In tutti i casi, continua qualle che sembra una marcia inarrestabile della corazzata bianconera, che dopo sedici giornata, si ritrova al primo posto, con ben 46 punti, grazie alle 15 vittorie ottenute ed un solo pareggio, con ben 11 punti di vantaggio sul Napoli (che però ha una partita in meno) sua diretta inseguitrice.

Related posts

Ciro Immobile, una stagione ferma “al palo”…

Antonella Amoroso

Capanni: “È il giorno più bello della mia vita”

Torino-Lazio: Falque “Abbiamo gettato le basi per la prossima stagione. Moretti? Bello salutarlo così…”

Leave a Comment